0 Elementi

Qualunque sia la tua giornata tipo, sappiamo quanto sia importante che la tua pelle appaia perfetta e luminosa in ogni momento. Per far si che questo accada, dovrai necessariamente applicare il tuo fondotinta preferito. Una volta trovato il prodotto giusto, anche la fase del trucco vero e proprio sarà molto più semplice. Ma come fare a scegliere il fondotinta adatto, e come stenderlo? Che differenza c’è tra un fondotinta compatto e uno liquido?

In questo articolo cercheremo di fare un po’ di chiarezza e ti aiuteremo a trovare il fondotinta perfetto per te.

A cosa serve il fondotinta

Prima di tutto bisogna sapere che il fondotinta non serve a “colorare l’incarnato”. Tutt’altro. Il suo scopo è quello di uniformarlo, coprire eventuali imperfezioni e ravvivare la pelle. Esistono anche fondotinta ricchi di principi attivi in grado di appianare le piccole rughe e rimpolpare l’incarnato. Si tratta, in poche parole, di un prodotto che serve a costituire una base neutra per il trucco. In questa fase potrai poi giocare con colori e ombreggiature grazie a blush, countouring e terre.

Il fondotinta: l’alleato della tua pelle

Per scegliere il fondotinta devi innanzitutto capire qual è il tuo sottotono. Questo ti sarà utile anche per stabilire i colori adatti per il tuo make up. Se il tuo sottotono è caldo/solare dovrai scegliere fondotinta dalle tonalità dorate, perfette per gli incarnati più scuri. Se invece ti riconosci in un sottotono lunare/freddo, ti consigliamo un fondotinta rosato, generalmente più adatto agli incarnati chiari. La prova del nove sarà disporre un po’ di prodotto tra il viso e il collo e sfumarlo, per capire se si adatta perfettamente. Questo ti aiuterà a non farti ingannare da eventuali rossori della pelle, che potrebbero indurti a considerarla più scura di quanto non sia in realtà.

Quali caratteristiche deve avere un buon fondotinta

La texture (la consistenza) e il finish (l’effetto finale) del fondotinta dovranno essere modulati in base al tuo tipo di pelle e alle necessità del momento. Generalmente un fondotinta fluido andrà bene per una pelle più secca, mentre uno più compatto sarà migliore per una pelle grassa. Tuttavia, la scelta può essere guidata anche dal look che vuoi ottenere e dalle aspettative sulla tenuta. In poche parole, se pensi di trascorrere una serata con amici e vuoi avere un effetto “glowy”, ma la tua pelle è mista, puoi tranquillamente decidere di puntare su un fondotinta dalla texture liquida e il finish luminoso.

Viceversa, se il tuo obbiettivo è la lunga durata e preferisci un finish leggero, puoi puntare su un fondotinta in polvere dall’effetto opacizzante. Anche l’età può influire sulla scelta del prodotto. Superati i 40 anni, infatti, la pelle tende ad essere meno elastica. La scelta di un fondotinta leggero che nutra la pelle e non sottolinei le linee di espressione si rivelerà quindi la soluzione più adatta.

Come applicare il fondotinta

Spugnette e pennelli rappresentano degli strumenti fondamentali che ti aiuteranno nell’applicazione del fondotinta, evitando fastidiosi grumi e discromie. Anche qui, dovrai stabilire tu il metodo più adatto alle tue esigenze. Se preferisci usare le spugnette, fai attenzione che il fondotinta non sia troppo liquido. Se invece ti piace applicare il fondotinta con le dita, bada che questo non sia troppo denso, altrimenti avrai difficoltà a stenderlo in maniera omogenea. A nostro avviso, anche le meno esperte riusciranno a ottenere ottimi risultati grazie all’uso dei pennelli! Per un effetto naturale applica un po’ di prodotto su fronte, naso e mento, con leggeri movimenti dall’interno verso l’esterno del volto. Infine, non dimenticare di stendere il fondotinta anche sul collo ed eventualmente sul décolleté, per evitare il fastidioso effetto “maschera”.

Trovi che questo prodotto sia interessante? Condividilo con i tuoi amici...
0